Home > Casa, Storia > Primo marzo 2010: sciopero degli stranieri

Primo marzo 2010: sciopero degli stranieri

marzo 1, 2010

Vivendo in un paese che ha dato tanto negli ultimi anni in termini di emigrazione verso l’estero, e soprattutto verso l’Italia, mi sento di dover dire qualcosa in questa sera di primavera che non arriva, a pochi passi da Piata Unirii, e a migliaia di chilometri dalle polemiche italiane.

Oggi una consistente parte della popolazione residente in Italia è scesa in piazza per reclamare i propri diritti, per lo sciopero degli stranieri. Non voglio però entrare nel merito di una questione che sente, e ha sentito, tutte le campane possibili e immaginabili.

Riporto solo questo link a Doing Business, sito che classifica i paesi per la facilità nello svolgere l’attività economica: cominciare una nuova attività, tasse, accesso al credito, permessi e burocrazia, legislazione, e altri parametri.

Per curiosità ho voluto guardare dove sono la Romania e l’Italia in termini di facilità nel fare affari. Questo blog non era nemmeno tanto sorpreso del risultato finale che vedeva i due paesi nelle seguenti posizioni:

Romania: 55

Italia: 78

Ora vado a dormire, perchè domani mi attende un’altro giorno di lavoro a Bucarest.

Annunci