Home > Casa, Storia > Gita fuori porta: Rosiori de Vede

Gita fuori porta: Rosiori de Vede

marzo 28, 2010

Con un’allegra combriccola ieri abbiamo deciso di lasciare Bucarest per una gita fuori porta, destinazione Rosiori de Vede. Località per nulla rinomata della provincia capitolina, fuori dalla Lonely Planet, assente dalle mappe turistiche e proprio per questo un luogo da vedere.

Quella campagna fatta di case dal tetto in lamiera, mura di fango e galline che scorazzano libere. Macchine abbandonate sul ciglio della strada, boschi in cui si può ritrovare il silenzio, e anziani che lungo il cammino si stupivano non poco di vedere forestieri con zaino in spalla, e macchina fotografica a tracolla. Insomma, abbiamo fatto i turisti per un giorno.

Rosori de Vede (qui in alcune sue foto antiche) e le sue campagne offrono uno spaccato di cosa sia la Romania fuori dalla sua capitale. Un paese che vive con ritmi lontani dalla frenesia, fatto di comunità che assieme lavorano i campi, scavando le patate. Quasi mi sembravano tante mondine sotto il tiepido sole di primavera.

Un’interessante gita fuori porta, un primo passo alla scoperta di un paese che sono certo ha tanto da offrire. Però io non riesco a non pensare come deve essere stato l’inverno da queste parti…brrrr

Annunci