Home > Periferia d'Europa > In questo locale è permesso fumare

In questo locale è permesso fumare

aprile 29, 2010

Nel caso in cui a uno malauguratamente venisse voglia di smettere di fumare, ecco trovata la soluzione.

In tutti i locali c’è lo stesso messaggio all’ingresso: In questo locale è permesso fumare.

Per un paese che ha fatto del tabagismo un suo marchio registrato, non sorprende che i gestori dei locali si premurino di ricordare a tutti i potenziali clienti che fumare è permesso. Il fatto è che qui la direttiva europea antifumo è stata interpretata come fu in Spagna agli albori. Nel senso che non è stato imposto a tutti i locali pubblici di adoperarsi a divenire locali per non fumatori, e poi, solo se e chi voleva, poteva ricavare un’area per fumatori.  No! Il genio dacio (dei Daci ndr) ha seguito forse l’esempio iberico interpretando la direttiva a modo loro. Il che vuol dire: io legislatore ti dico di scegliere: fumatori o no.

E in un paese dove poco ci manca che si fumi pure in sala parto, secondo voi la gente cosa ha scelto? Spesso quando torno in Italia devo essere all’aereoporto molto presto per il primo volo del mattino (alle 5 di solito, sigh,sigh…) e ancora non mi capacito del fatto di trovare il deserto una volta attraversato il controllo bagaglio a mano. I negozi deserti (normale direte voi, alle 5 del mattino chi volete che si compri la damigiana da due litri di profumo chanel in offerta) non lo sono per la mancanza di viaggiatori. Basta qualche metro in più e il bar dell’aereoporto (due euro per un cornetto, ladri mariuoli) ricorda la nebbia in val padana. Decine di viaggiatori affollati a fumare in un bar che visto da fuori pare un acquario annebbiato. Certo che per fumare una sigaretta alle 5 del mattino, ci vuole uno stomaco non da poco.

Annunci