SI & NO della vita a Bucarest

Dopo un inverno ed un’estate passate qui, ecco alcuni SI, e alcuni NO, della mia vita nella capitale.

Iniziamo con i NO:

–        Le emissioni di CO2 degli eserciti di vecchie Dacia sulla strada

–        Non poter bere l’acqua del rubinetto

–        L’inverno a 25 gradi sotto zero è una di quelle cose che ti segnano

–         Cameriere e commessi mediamente scorbutici, cosa che il mio prof di economia avrebbe spiegato come atteggiamento da  supply-side economy, ma io non sono poi così sicuro di averla mai capita.

–        L’assenza di Pan di Stelle e Abbracci

–        Se sei vegetariano, non venire a vivere qui: carne anche a colazione.

–        Le Marlboro costano meno di 2 euro a pacchetto

E proseguiamo con una serie di lieti SI:

–        Le sarmale con foglie di cavolo, ripiene di riso e carne.

–        La primavera e i suoi colori che si riappropriano della città con le sue terrazze, i caffè e la vitalità delle vie del centro.

–        Una connessione internet super.

–        Passare ogni giorno accanto al palazzo più grande d’Europa per andare a lavoro fa pensare.

–        La disponibilità della gente

–        Quattro linee di metro

–        Perdersi nei parchi della città e nel loro verde. Alcuni di essi sono talmente grandi da mettere a tacere i rumori delle auto e delle loro marmitte.

  1. roberto g
    novembre 13, 2010 alle 3:24 am

    ahhhhhh…come mi mancano le sarmaleeeeee

    • novembre 29, 2010 alle 8:39 pm

      Ma un giro da queste parti a mangiare qualche altra sarmaluzza non te lo fai?

      • roberto
        novembre 29, 2010 alle 8:44 pm

        vorrei proprio ma la ricerca di lavoro è un duro lavoro 🙂 tu a quando in italia?

      • novembre 29, 2010 alle 8:49 pm

        Purtroppo non per quest’anno. Le feste le passo nelle fredde pianure dell’est battute dai venti siberiani…che belle immagini, no?

  2. laura
    dicembre 10, 2010 alle 1:51 am

    mmm… sarmale…. che bontà!!!!
    Romania,un pic.. m-e dor de tine =)

  3. agosto 5, 2011 alle 7:34 pm

    Ciao, ho vissuto a Bucarest per sei mesi come studentessa Erasmus e sono innamorata di questa città, con i suoi pro e i suoi contro (primo fra tutti, i cani randagi che non si sa mai se ti si avvicinano in cerca di coccole o per sbranarti!). Sono contenta di aver trovato questo blog!

  4. agosto 12, 2011 alle 4:39 pm

    @Victoryforey: grazie per i commenti al blog, sono contento di sapere che ti piace. Se passi per Bucarest, andiamo a mangiare una ciorba!

  5. vince'
    settembre 2, 2011 alle 11:03 pm

    io tra i SI ci metterei anche Lipscani (forse non si scrive proprio cosi’……) con i suoi vivacissimi locali, grazie per aver ripreso a scrivere cose, mi mancava

  6. dicembre 24, 2012 alle 5:41 pm

    Ciao, sono contentissima di aver trovato tuo blog (anche se sto notando più di un anno di assenza. Sperando che non e dovuta a qualcosa di male, ti ringrazio per le belle parole. Lo avrai notato che i romeni soffrono un grande complesso d inferiorità e i complimenti relazionati al paese nostro commuovono. Buon natale!)

  7. max
    luglio 18, 2013 alle 7:21 am

    mi dite un quartiere dove vivere a Bucarest? Qualche informazione in piu’: siamo una famiglia con due bambini uno di 2 ed un altro di 5. Grazie

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...