Archivio

Posts Tagged ‘banda larga’

Banda larga: parliamo di nuovo di Romania e Italia

dicembre 6, 2010 Commenti disabilitati

Io dell’argomento ne avevo già parlato alcune volte, come per esempio quando avevo citato i dati sulla velocità di download dell’Household Download Index,  o in alcuni sfoghi sul wifi che qui c’è, e lì no. Ma oggi Google Alerts ha portato alla mia attenzione un post di Piccole Grandi Imprese, uno dei blog di Repubblica che titolava “Quelli della banda larga, l’Italia peggio della Romania”. Tralascio sul titolo, di per sè già pessimo e dai vaghi sapori di bisca di faccendieri. Ovviamente non mi sono trattenuto dal commentare il post, al quale l’autore stesso ha commentato dicendo che la sua era un’esagerazione. E allora vada per l’esagerazione, però non poteva mancare uno sfogo verso un’esagerazione che inciampa così palesemente sullo stereotipo Romania=arretratezza, e che pare essere espresso dall’alto di un Italia che “sorprendentemente” si scopre essere indietro. Nulla di personale si intende, continuerò a leggere Repubblica, ma un po’ di amarezza per un’analisi che mi permetto di leggere come superficiale. Sopratutto se la associo a una notizia altrettanto recente come quella della monnezza campana che viene a Bucarest, con tanto di criminalità al seguito (o forse la criminalità italiana era arrivata qui prima della monnezza?).

Insomma, un piccolo sfogo prima di andare a dormire. Buona connessione a tutti.

 


Household Download Index

giugno 3, 2010 2 commenti

L’Household Download Index di Ookla è un indice basato su milioni di test effettuati attraverso Speedtest. L’indice mette a confronto le diverse velocità di download ai quattro angoli del globo. L’ultima classifica divisa per paesi prende in considerazione test di download effettuati fra il 30 Novembre 2007 e il 31 Maggio 2010. I risultati sono sorprendenti solo per chi non si è ancora abituato al fatto che le infrastrutture tecnologiche viaggiano su binari diversi da autostrade e ferrovie. Il primo posto nella classifica per paesi è saldamente in mano alla Corea del Sud con una velocità media di download (calcolata come la media della capacità di trasmissione effettivamente utilizzata in Mbps nei 30 giorni precedenti) di 34.28 Mbps, seguita al secondo posto dalla Lettonia con 24.45 Mbps.

Dato che questo blog si occupa di Italia e Romania, è mia premura informarvi dei dati relativi a questi due paesi, i quali si trovano rispettivamente al 57imo e al 7imo posto. L’Italia si trova subito dopo Macau, e prima di Israele, con una velocità di download di 4.39 Mbps. La Romania è invece nella Top 10 (18.67Mbps) dove ci sono solo due paesi dell’Europa Occidentale: Svezia e Paesi Bassi. La vecchia Europa sembra molto in ritardo in questo settore e i programmi di Lisbona non paiono aver sortito alcun effetto fino ad oggi.

La classifica del download per città non permette di vedere tutte le città del mondo ma offre i numeri delle prime 30 dove non c’è nessuna città italiana. Al contrario, la capitale rumena si posiziona al sesto posto superando Helsinki (capitale della Nokia), e di poco sotto Stoccolma (Ericson).

É forse anche per questa ragione che gli investimenti nel settore dell’IT a Bucharest hanno visto nomi importanti aprire i propri centri di ricerca da queste parti. Segno che la banda larga è in grado di portare innovazione.

Un ultima considerazione legata ad un test che potrebbe essere utile per tutti i navigatori è la seguente. Ookla offre la possibilità di effettuare un test di velocità della propria connessione Internet. Basta collegarsi alla pagina http://www.speedtest.net/ per poter scoprire quale è l’effettiva velocità a disposizione, e confrontarla con le promesse dell’ISP di turno.

Special Thanks a @coinqua per la segnalazione dei dati dell’ Household Download Index